logo rps logo cirps
Login (soci) Iscrizione









Royal Photographic Society
MOSTRA INTERNAZIONALE ITINERANTE
DELLA FOTOGRAFIA SCIENTIFICA
- seconda edizione (2013) -

«Rassegna stampa»

«Itinerario della mostra»

Articolo sulla mostra nella rivista della RPS di luglio/agosto 2013



Foto nel leaflet (cliccare per aprire): Effetto a spina di pesce formato dalla collisione di fluidi [© Ted Kinsman, 2012]

La prima edizione della «Mostra Internazionale della Fotografia Scientifica» (International Images for Science Exhibition) - le cui immagini sono visibili qui - fu inaugurata in settembre 2011 dalla Royal Photographic Society (RPS).

«La mostra 2011 ha avuto un successo travolgente, che riflette la qualità delle immagini selezionate. È stata vista al Festival della Scienza di Edimburgo, al Palazzo di Westminster, alla Royal Albert Hall e presso gli istituti di istruzione nel Regno Unito ed in Europa. È un'eccellente vetrina per il lavoro degli scienziati, e mostra come utilizzare la fotografia per sostenere la ricerca e lo sviluppo. Inoltre, molte delle immagini sono anche belle ed affascinanti opere d'arte» (Dott. Afzal Ansary, Curatore).


Effetto «girasole» del diaspro - © Bernardo Cesare, 2010.

Cliccare sull'immagine per dettagli

«Effetto "girasole" del diaspro».
Micrografia in luce polarizzata di un campione di diaspro oceanico. Si tratta di una roccia vulcanica riolitica contenente un'ampia percentuale di silicati. Con il raffreddarsi della roccia, si sviluppano piccoli aggregati di quarzo e feldspato che fungono da semi per queste inclusioni radiali. Il diaspro oceanico è reperibile solo in Madagascar ed è molto ricercato tra i collezionisti. L'immagine mostra una sottile sezione di roccia dello spessore di appena 30 micron levigata in modo da lasciar trasparire la luce polarizzata. Un secondo filtro polarizzatore rivela questi meravigliosi colori. Fotografia ripresa con una fotocamera Canon EOS 55D montata su microscopio Zeiss. [© Bernardo Cesare, 2010]



Sulla scia del successo della prima edizione, la RPS - in collaborazione con il «Science and Technology Facilities Council (STFC)» - ha organizzato la seconda edizione della «Mostra Internazionale della Fotografia Scientifica - 2013». Le immagini sono state realizzate da fotografi scientifici, ricercatori, ingegneri, tecnologi e scienziati provenienti da quindici paesi di tutto il mondo, tra cui l'Italia.

Molte delle immagini fanno scoprire mondi visibili all’occhio umano solo grazie all'uso del microscopio e del telescopio. Varie situazioni si rivelano attraverso la luce polarizzata o fluorescente, o grazie a tecniche speciali quali la fotografia ad alta velocità. Microrganismi e minerali, fenomeni naturali ed oggetti d’uso quotidiano sono visti in modo nuovo.

Cento immagini realizzate con diverse tecniche costituiscono la seconda edizione della mostra che è stata inaugurata in agosto 2013 durante il British Science Festival a Newcastle (UK). Potrà poi essere visitata in vari luoghi del Regno Unito ed all'estero.

La mostra itinerante in Italia

Formica che trasporta un ingranaggio di dispositivo micromeccanico - © Manfred P. Kage, 2006.

Cliccare sull'immagine per dettagli

«Formica che trasporta un ingranaggio di dispositivo micromeccanico».
Micrografia elettronica a scansione a colori di una formica tagliatrice (Atta cephalotes) che sostiene l'ingranaggio di un dispositivo micromeccanico. L'ingranaggio è stato realizzato orientando un laser su una pellicola chimica per solidificare il polimero in modo da poterlo recuperare eliminando il prodotto chimico in eccesso con un lavaggio. L'ingranaggio ha un'ampiezza di circa 0,1 mm. L'immagine è stata creata in bianco e nero e successivamente colorata con tecniche digitali. [© Manfred P. Kage, 2006]



In Italia, la mostra è già stata prenotata dal Festival della Scienza di Genova (23 ottobre - 3 novembre 2013), dalla città di Padova (27 novembre - 9 dicembre 2013) e dal Festival della Scienza ed Arti di Verona (10-16 marzo 2014). Resterà disponibile nel nostro paese fino alla fine del 2014 per essere ospitata - nelle varie città e per un massimo di quattordici giorni - da prestigiose università, enti statali e privati, gallerie, ecc. che ne facciano richiesta al CIRPS.

Le immagini sono montate su cento pannelli (ognuno di 50*60cm e kg 1, privi di cornice e vetro) pronti per essere appesi. E' incluso anche un pannello informativo con le stesse dimensioni deglialtri, ed una copia del catalogo stampato. Ogni immagine ha una didascalia in italiano, montata su un pannello (15*13 cm). Tutti i pannelli sono imballati in sei scatoloni di circa kg 14 ognuno.

Sphere-Ology - © Craig Aarts, 2010.

Cliccare sull'immagine per dettagli

«Sferologia».
Micrografia ottica con focale di una raccolta di colonie sferiche di cellule staminali. Ogni colonia è stata colorata con vari marker fluorescenti che evidenziano le diverse strutture all'interno delle cellule se illuminate da un raggio laser. Le cellule staminali sono i precursori di tutti i diversi tipi di cellule presenti nel corpo. Tali cellule sono in fase di studio nella speranza di trovare i trattamenti per la cura di molte patologie degenerative. Questa immagine è stata acquisita con tecniche digitali utilizzando un microscopio Leica DMIRB. [© Craig Aarts, 2010]

Condizioni d'uso della mostra

(*) Su richiesta, il CIRPS invierà un suo addetto per collaborare all'allestimento della mostra. Costo del servizio (pagabile direttamente all'addetto contro ricevuta): Euro 500 al netto di: imposte e trattenute, spese di viaggio, vitto ed alloggio. Tutte le altre spese di istallazione restano a carico dell'Organismo Ospitante.

Come prenotare la mostra

Gli organismi interessati ad ospitare la mostra sono pregati di:

Il CIRPS confermerà ufficialmente le date della mostra solo al momento in cui riceverà - per email - l’accordo firmato e la copia del bonifico.

Documenti scaricabili

Ufficio stampa

Cervelli in Azione S.r.l.
Via degli Agresti 2 – 40123 Bologna
Tel 051 8490100 - Fax 051 8490103
Ref. Lorenzo Arduini
E mail: arduini@cervelliinazione.it


icona per tornare sù



logo franklin soler Designer: Franklin Soler